Piazzetta Simone Martini, 4 – 50026 San Casciano V.P. (Firenze)

Festa patronale della Misericordia di San Casciano in Val di Pesa

Cinque nuovi fratelli attivi, quattro nuovi mezzi di soccorso e cinque benemerenze!

Il 3, 4, 5 e 6 ottobre 2019 grande festa della Madonna del Rosario per promuovere la solidarietà per il bene della comunità

SAN CASCIANO IN VAL DI PESA, FIRENZE -Sono stati quattro giorni particolarmente sentiti dalla popolazione e da tutti coloro che hanno partecipato alle solennità in onore di Maria Santissima del Santo Rosario, Patrona della Misericordia di San Casciano in Val di Pesa.

Dopo giorni di preparazione la festa ha avuto il suo culmine nella Solennità del Santissimo Rosario, domenica 6 ottobre 2019 con un programma molto ricco.

Alle ore 8 i fedeli si sono riuniti nella Chiesa di Santa Maria sul Prato per la Santa Messa e la tradizionale vendita dei dolci davanti alla sede. Alle ore 11 durante la Messa Solenne il Parroco Don Massimiliano Gori, Correttore della Misericordia, ha ricordato l’importanza della preghiera rivolta alla Vergine del Rosario e ha diretto la Supplica alla Madonna alle ore 12. Il coro parrocchiale ha accompagnato tutta la cerimonia, durante la quale è avvenuta la Vestizione di nuovi Fratelli: Stefano Bartalesi, Soraya Corsi, Marco Fantei, Giovanna Giovani e Sandra Pini.

Il professor Roberto Cacciari, Governatore della Misericordia, ha ricordato nella sua prolusione come la Chiesa sia fatta di “pietre vive” di persone, di fratelli attivi: la vera forza operativa che materialmente interviene in aiuto di chi ha bisogno. Sono ormai quattrocento anni che la Misericordia di San Casciano assolve a questo suo compito per cui è nata. Il Governatore ha consegnato la Benemerenza, per la presenza costante, l’intelligenza nell’organizzazione e la passione che ha sempre messo nella sua attività, alla signora Maria Fusi. Ha poi ringraziato pubblicamente per aver garantito la sicurezza, il rispetto dell’ordine e la conseguente tranquillità del paese: il maresciallo Giuseppe Bonocore a cui ha consegnato una Benemerenza estendendola idealmente a tutta l’Arma dei Carabinieri. La consegna della Benemerenze ha interessato anche i familiari in memoria dei fratelli defunti lo scorso anno: Roberto Carrara, Pierluigi Frosecchi, Graziella Rigacci e la Misericordia di Barberino Tavarnelle con cui la Misericordia di San Casciano collabora nei soccorsi e nel prendersi cura degli altri.

Da molti anni la Misericordia sancascianese ha realizzato gli ambulatori di Viale Corsini che lavorano a pieno ritmo e che necessitano ormai di nuovi spazi viste le richieste e le esigenze di una popolazione che sta rapidamente invecchiando e gestisce, dallo scorso anno, la Scuola dell’Infanzia e, a breve, inaugurerà anche un asilo nido perché il capoluogo ne è sprovvisto: un ulteriore servizio per la popolazione.

Lo scopo principale della Misericordia, infatti, sono i servizi: ben 11.833 lo scorso anno e in continuo aumento. Per poter essere sempre presenti e offrire il proprio aiuto la Misericordia ha bisogno di tanti mezzi e di tante persone volontarie.

Presenti alla Cerimonia e alla benedizione dei nuovi mezzi di soccorso la dott.ssa Elisabetta Masti, la vicesindaca del Comune di San Casciano con il quale la Misericordia ha sempre collaborato per numerosi progetti, e la dott.ssa Ilaria Camiciottoli, in rappresentanza del Consiglio di Amministrazione di Chianti Bianca.

“I nostri mezzi di soccorso – ha concluso il Governatore – porteranno con orgoglio il logo di Chianti Banca per le strade del nostro paese e le nostre città. Ma i mezzi – ha poi continuato il professore Cacciatori– non vanno da soli, hanno bisogno delle mani, del cuore e dell’intelligenza dei nostri volontari, tutte persone indispensabili nella nostra Confraternita”. Ricordando poi i fratelli defunti quest’anno ha infine esclamato: “hanno raggiunto la numerosa schiera dei fratelli che in questi quattro secoli si sono spesi per il bene degli altri; che Iddio li rimeriti”.

Alle ore 16.00 la giornata di festa è proseguita con il Santo Rosario e alle ore 16.30 una Processione partecipata per le Vie cittadine con la Venerata Immagine della Madonna del Santo Rosario. La Festa si è poi conclusa con il concerto bandistico del Corpo Musicale Oreste Carlini a cui è seguito il rinfresco offerto a tutti i partecipanti dalla stessa Misericordia.

Leave a comment