Piazzetta Simone Martini, 4 – 50026 San Casciano V.P. (Firenze)

Cresce la grande famiglia della Misericordia di San Casciano Val di Pesa

San Casciano Val di Pesa (Firenze), 19 giugno 2021

Mesi complessi con tanto da fare per i 250 volontari della Misericordia sancascianese a causa dell’emergenza pandemica. Tanti i servizi quotidiani da svolgere, anche in una situazione così complicata: dai servizi ordinari come accompagnamento per dialisi, terapie, visite ospedaliere, ai servizi sociali – svolti in collaborazione con l’amministrazione comunale come l’accompagnamento di persone presso centri sociali, igiene mentale, lavori socialmente utili, ecc. – al servizio di guardia medica, fino alla gestione dell’unità operativa di protezione civile; ma anche il servizio emergenza con le due ambulanze (una con e una senza medico) in pronta partenza.

I nuovi volontari hanno iniziato la formazione, seguendo il corso di livello base, nel marzo scorso. Tra questi nuovi volontari, sono presenti e in servizio dal 30 aprile ben otto ragazze e ragazzi del servizio civile: Valentina Bianchi, Shume Ngoma Morris, Matteo Fino, Jennifer Giabbani, Ilaria Zecchi, Grigorj Gianni, Giulia Soffici, Francesco Gasparri.

Alla prima lezione i ventitré “corsisti” sono stati salutati dal professor Marco Poli, Governatore dell’Arciconfraternita, che li ha ringraziati uno a uno per mettersi al servizio della comunità e per la disponibilità che fin da subito tutti loro hanno dimostrato. “Puntare sulle nuove generazioni – sottolinea Poli – per dare una nuova forza alla nostra Misericordia, sotto l’attenzione di colonne portanti come Vasco Cinelli, Ombretta e Mariano Renzini, Clemente Pierfederici, coordinati da Iacopo Molinaroli e Federico Musciotto. Una formazione che punta al servizio per gli altri, a donare il proprio tempo e la propria attitudine al fare del bene. I loro sguardi proiettati verso il futuro portano nuova energia alla nostra Misericordia”.

Attualmente i volontari tra 16 e 35 anni sono il 32%, tra 36 e 55 anni il 23 %, tra 56 e 75 anni 38% mentre oltre i 75 anni il 7 %. Un gruppo giovane che si dedica agli altri, all’aiuto, alla solidarietà fattiva e quotidiana, sempre al servizio della comunità e in sinergia con le istituzioni.
I corsi di preparazione per i nuovi fratelli e le nuove sorelle, per i giovani del servizio civile, sono stati tenuti anche dal Correttore della Misericordia, don Massimiliano Gori, parroco della Propositura Collegiata di San Cassiano, che ha tenuto una lezione introduttiva sui valori spirituali dell’Arciconfraternita.

Ilaria Biancalani

https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/famiglia-misericordia-1.6502426