Circoncisione di Gesù di Jacopo Vignali

CirconcisioneGesu

Questo altare, costruito nel 1624, è stato commissionato da Raffaello, figlio di Pietro della famiglia Bambagini, cittadino fiorentino. Sopra di esso è stata posta una tela che raffigura la “Circoncisione di Gesù”, opera firmata da Jacopo Vignali e datata 1627.

Al centro della tela è ritratto Gesù durante la circoncisione e sono evidenti le sue prime gocce di sangue prefigurazione della passione. La drammaticità, tipica del periodo Barocco, è trasmessa dagli sguardi apprensivi degli angeli verso il Bambino.

Alla sinistra del quadro c’è la figura di San Giuseppe dipinto secondo i canoni tradizionali: anziano e girato di spalle, ciò lo rende secondario rispetto alla Madonna e agli angeli.

La pittura del Vignali si caratterizza per la varietà dei colori della tavolozza che rendono le stoffe degli abiti pastose, reali e preziose, come si può notare soprattutto nelle vesti degli angeli.


BIOGRAFIA DI JACOPO VIGNALI

Formatosi alla bottega di Matteo Rosselli inizia molto presto una brillante carriera tanto da diventare una delle figure più importanti della pittura fiorentina del Seicento.

Le prime opere, nonostante appaiano influenzate dallo stile del maestro, sono ricche di ricerche e sperimentazioni sulla luce, che attorno agli anni trenta culminano in una tavolozza con toni sempre più cupi e fumosi come quelli che caratterizzano il San Francesco in Santo Stefano in Pane a Firenze, del 1634.

La ricerca del vero si fa sempre più presente negli abiti dei personaggi e nei bellissimi inserti di natura morta che arricchiscono le sue opere. Le opere della maturità sono influenzate dalla pittura del Guercino e del Cigoli.

Dipinge pale d’altare per Firenze e per le chiese del vicino contado ed alcune tele su commissione medicea. Forma alcuni giovani artisti come l’allievo Carlo Dolci.