I nostri volontari: Paolo Bacci, 60 anni in Misericordia

I nostri volontari: Paolo Bacci, 60 anni in Misericordia

BenemerenzaPaoloBacci

“Entrai nella Misericordia di San Casciano il 2 ottobre del 1955, alla riapertura della chiesa con il cardinale Elia Dalla Costa…”.

Sarà una festa patronale davvero speciale quella che si celebra domenica 4 ottobre per Paolo Bacci (in foto) Provveditore della chiesa della Misericordia.

Si celebrano infatti i suoi 60 anni di servizio nella Confraternita sancascianese, un traguardo straordinario che merita di essere celebrato con tutti gli onori.

Paolo è Provveditore della chiesa dal 1994, quando subentrò al suo predecessore Torello Franchi, venuto a mancare l’8 gennaio di quell’anno.

“Da allora – dice Paolo Bacci – sono sempre al servizio della Misericordia e della chiesa di Santa Maria sul Prato. Il mio compito è provvedere a tutto quello che serve in chiesa: dalla pulizia alle opere d’arte, dall’assistenza ai defunti e ai loro familiari per i funerali fino ai fiori, alle Sante Messe, ai matrimoni…”.

Poi c’è la sua arte. Quella che ogni anno, nei giorni prima di Pasqua, porta a San Casciano (nella chiesa della Misericordia e del Suffragio) migliaia di persone: la composizione dei Sepolcri con le vecce, il grano e i fiori.

“Un mese prima – racconta- scendo nelle cantine e semino le vecce e il grano nei vasi. Da lì nasceranno i filamenti bianchi candidi (le vecce) e gialli (il grano) che rendono così unica la  tradizione dei Sepolcri”.

“Che sono – tiene a dire Paolo in conclusione – la commemorazione storica della Passione di Cristo. Sono rimasto praticamente l’unico a farli, e ogni anno è una soddisfazione vedere la gente che viene a vederli”.

Paolo Bacci, da 60 anni nella Confraternita della Misericordia di San Casciano.

PAOLO BACCI, UNA VITA NELLA MISERICORDIA DI SAN CASCIANO… LE IMMAGINI

Festa patronale: domenica 4 ottobre Madonna del Santo Rosario

Festa patronale: domenica 4 ottobre Madonna del Santo Rosario

Processione

Domenica 4 ottobre è il giorno più importante dell’anno per la Misericordia di San Casciano: è il giorno della festa patronale della Madonna del Santo Rosario.

Una festa che inizia da giovedì 1 ottobre, con il Triduo in preparazione alla Festa della Madonna: alle 8.30 Santa Messa, alle 18 Messa Vespertina che si ripetono ogni giorno fino a domenica.

Giovedì 1 ottobre alle 21.15 Rosario per la pace. Venerdì 2 ottobre alle 21.30 Torneo di Briscola. Sabato 3 ottobre alle 21.15 Tombolata in sede.

I grandi festeggiamenti, come detto, domenica 4 ottobre, con le Solennità del Santissimo Rosario. Si inizia alle 8 con la Santa Messa e la benedizione dei Panellini, con la tradizionale vendita dei dolci davanti alla sede.

Alle 10 Messa Solenne, con la Vestizione dei nuovi Fratelli e la consegna delle Benemerenze. Inaugurazione dei nuovi mezzi attrezzati.

Alle 12 Supplica alla Madonna; alle 15 Ora di Preghiera; alle 16 Santo Rosario; alle 16.30 Processione per le vie cittadine con la Venerata Immagine della Madonna del Santo Rosario; alle 18 concerto del Corpo Musicale “Oreste Carlini”.

Dopo il concerto seguirà il rinfresco offerto alla Misericordia a tutti i partecipanti.

 

Diffusione asma e allergie nel territorio: importante incontro in Confraternita

Diffusione asma e allergie nel territorio: importante incontro in Confraternita

IncontroAsma

Si è svolto presso la sede della Misericordia di San Casciano un incontro pubblico organizzato da A.T.A. “Lapo Tesi” Onlus (Associazione Toscana Asmatici Allergici) e FederAsma e Allergie Onlus dal tema “Asma e Allergie se le conosci le puoi controllare!”.

Il tutto è nato grazie alla collaborazione tra l’Associazione A.T.A. Prato, la Feder Asma e Allergie e le farmacie di San Casciano, Cerbaia, Mercatale, che si sono impegnate nella distribuzione di 400 questionari per un’indagine allergologica sul territorio.

Così, alla presenza del presidente dell’associazione Carlo Tesi, della dottoressa Francesca Chiarini (medico Asl di Allergologia e Immunologia presso l’ospedale vecchio di Prato), del dottor Francesco Volpe (farmacista), oltre a quella del sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini e dell’assessore alle politiche socio-sanitarie Elisabetta Masti (e di un gruppo di cittadini), si è parlato di asma e allergie, allergie da alimenti, da contatto, da acari, asma e sport, doping.

Di come spesso si sottovalutano queste patologie, magari curate in maniera impropria con farmaci che in alcuni casi possono dare in un primo momento un beneficio, ma che non risolvono il problema.

Le risposte dei questionari distribuiti sono state 111 pari al 27,8% di del totale: in maggioranza hanno risposto le donne (63) donne al 56,8% del campione, mentre solo il 13,24% degli uomini a cui è stato dato lo ha riconsegnato.

Alla fine le risposte positive (ovvero di persone con fenomeni asmatici e allergici) sono state in totale 43 su 111 (29 donne e 14 uomini).  Fra le risposte positive che hanno passato una visita da uno specialista allergologo, il 38% delle donne e il 35& degli uomini.

Altri interessanti approfondimenti sul tema si potrebbero svolgere coinvolgendo genitori e studenti delle scuole, ma anche all’interno delle società sportive.

Dalla serata è altresì emersa la necessità di avere sul territorio un ambulatorio di Allergologia da poter inserire nel distretto Asl, oppure negli ambulatori della Misericordia di San Casciano. Ne hanno ha preso atto sia il sindaco che l’assessore, impegnandosi a sostenere l’iniziativa.

La Misericordia ha “vestito” undici nuovi Fratelli

La Misericordia ha “vestito” undici nuovi Fratelli

VestizioneFratelli2014_1

Da domenica 5 ottobre 2014 la Misericordia di San Casciano ha dieci nuovi Fratelli attivi: Francesca, Niccolò, Renzo, Riccardo, Gezume, Lyubica, Claudia, Antonio, Giuliano, Andrea, che alla lettura dei loro nomi da parte del Governatore della Misericordia Marco Poli hanno risposto “Dio rimeriti”, ovvero solo Dio renda merito a ciò che faranno.

A seguire la consegna della veste bianca, simbolo della veste ricevuta durante il battesimo. Data nelle mani dei Fratelli da don Massimiliano Gori (proposto della Collegiata di San Cassiano che ha celebrato la Messa Solenne), che ha dato loro anche un Rosario e un piccolo Vangelo da portare in tasca (“Così ogni giorno, come ha consigliato anche Papa Francesco, potranno leggere un brano” ha detto il sacerdote).

Al termine della cerimonia un altro momento commovente quando sono stati consegnati gli attestati di Benemerenza a coloro che il Magistrato ha individuato come meritevoli.

Consegne effettuate dal Governatore Marco Poli e dall’assessore del comune di San Casciano Roberto Ciappi.

Per il generoso e ininterrotto servizio di carità verso i sofferenti a Paolo e Gianfranco Barbetti.

Benemerenza alla memoria a Francesco Ciappi per il generoso gesto di carità a beneficio della sezione AIDO della Confraternita e come segno di vicinanza alla famiglia di Francesco (hanno ritirato il padre e la madre stretti da un caloroso abbraccio da parte di tutti i presenti).

Per il generoso gesto di carità a beneficio della Confraternita con medaglia alla memoria a Renzo Frosecchi; per la generosità e ininterrotto servizio di carità verso i Fratelli sofferenti a Luigi Poggiali, Sergio Bandini, Zelinda Marcucci, Alberto Lombardini (attestati e medaglie sono stati ritirati dai familiari).

Nel pomeriggio la processione ha percorso le vie del paese con la Venerata Immagine della Madonna del Santo Rosario, dopodiché è avvenuta la benedizione dei nuovi ambulatori in viale Corsini.

Poi il bellissimo concerto bandistico del Corpo Musicale “Oreste Carlini” diretto dal Maestro Andrea Gheri tenutosi in piazzetta Simone Martini. Aa conclusione ha dedicato al Provveditore della chiesa Paolo Bacci un brano a lui caro scritto dal Maestro sancascianese Fortunato Fontanelli.

A seguire il gustosissimo rinfresco organizzato dalle bravissime massaie, volontari e volontarie della Misericordia.

LA FOTOGALLERY

Inaugurati i nuovissimi ambulatori in viale Corsini 20-22

Inaugurati i nuovissimi ambulatori in viale Corsini 20-22

InaugurazioneAmbulatoriVialeCorsini

Taglio del nastro per i nuovi ambulatori medici della Misericordia di San Casciano situati in viale Corsini.

Una sede ampia e centrale che la Confratrernita, dopo aver acquisito l’immobile da un privato, ha ristrutturato e messo a disposizione della comunità con l’obiettivo di dare spazi adeguati ai medici di base, che riceveranno a partire da novembre, e potenziare la rete di servizi socio-sanitari in collaborazione con il Comune e la Asl.

L’apertura dei nuovi locali, dove troverà spazio anche la segreteria della Confraternita, fa parte di un più ampio progetto incentrato sull’integrazione dei servizi messo in piedi dalla Misericordia a partire dal 2005.

Fu questo l’anno in cui furono attivati i primi ambulatori, sempre in viale Corsini, concretizzando la volontà di potenziare e territorializzare i servizi. In questi locali oggi è possibile effettuare visite specialistiche tra cui la fisioterapia, l’oculistica, la gastroenterologia, l’ortopedia, l’ecografia, la radiologia e da pochi giorni l’accesso al punto prelievi.

“La realizzazione dei nuovi ambulatori  permette – dichiara il governatore Marco Poli – di dare continuità al nostro progetto che mira ad offrire servizi che rispondano alle effettive esigenze dei cittadini e a condizioni favorevoli soprattutto per le fasce più deboli della popolazione, in un’ottica di complementarietà e stretta collaborazione con la Asl e il Comune”.

“Il vantaggio per noi è anche di carattere logistico – spiega – La vicinanza dei nuovi ambulatori alla sede della Misericordia in via Morrocchesi e agli altri locali, in viale Corsini, evita di far perdere identità alla Misericordia e rende agile la comunicazione e la trasmissione dei dati attraverso la rete wireless”.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte don Massimiliano Gori, Paolo Bandinelli (presidente della società Misericordia Servizi srl), e gli assessori Roberto Ciappi (associazionismo) ed Elisabetta Masti (servizi socio sanitari).

“La Misericordia – hanno aggiunto gli assessori – sta svolgendo un importante lavoro di rete con l’amministrazione comunale per garantire ed ampliare i servizi che interessano non solo il settore sociale ma anche quello sanitario, un disegno puntuale che si sta compiendo a piccoli significativi passi a favore della comunità”.

Il prossimo obiettivo è la realizzazione della sede operativa per le emergenze nell’area degli ex macelli comunali (accanto all’attuale sede della polizia municipale).

“L’intento di potenziare i servizi sul territorio – conclude Poli – prevede una fase culminante che corrisponde all’apertura di una sede operativa che sarà punto di  riferimento per tutto il Chianti, un impegno che realizzeremo nell’area ex macelli dove attualmente sono situati i cantieri comunali”.

Dal 1300 ad oggi: il grande libro sulla Misericordia di San Casciano

Dal 1300 ad oggi: il grande libro sulla Misericordia di San Casciano

PresentazioneLibroMisericordia
E’ stato presentato nella chiesa di Santa Maria sul Prato il libro “La Misericordia di San Casciano in Val di Pesa tra cronaca e storia” alla presenza di tante persone che, in maniera raccolta come si addice al luogo, hanno seguito attentamente i relatori.

Il proposto don Massimiliano Gori, il Governatore  dell’Arciconfraternita Marco Poli, il sindaco Massimiliano Pescini, e il professor Roberto Cacciatori che ha avuto il compito di spiegare e ripercorrere gli anni più significativi della storia, partendo dagli albori, ovvero dal 1300 quando Pietro di Galigaio de’ Macci, frate di Santa Maria Novella a Firenze e costruttore, fu incaricato nel costruire a San Casciano un ospizio per frati Domenicani viandanti.

Ospizio che nasce nei locali adiacenti alla chiesa, mente la chiesa di Santa Maria sul Prato viene fondata nel 1304  e dal 1792 la cessione dell’uso passa dai padri Domenicani di Santa Maria Novella ai confratelli della Misericordia. Ecco perché la chiesa ancora oggi dai sancascianesi viene chiamata chiesa della Misericordia.

Tante sono state le cose interessanti spiegate dal professor Roberto Cacciatori che i lettori troveranno nel libro scritto a più mani da Otello Pampaloni, Nicoletta Matteuzzi, Anna Soffici, Alice Chiostrini, Laura Saccardi, Marco Pagliai. L’introduzione è stata curata da don Massimiliano Gori, mentre la prefazione è del Governatore Marco Poli.

Un ringraziamento è andato anche a chi ha contribuito in maniera diversa alla realizzazione del libro, ai Padri Domenicani Emilio Panella e Luciano Cinelli, responsabili dell’archivio di Santa Maria Novella in Firenze, al confratello Paolo Bacci responsabile dell’Oratorio, al geometra Mario Peruzzi che ha fornito preziose piante relative allo stato della Misericordia ante il 1940.

A tutti gli autisti che dal dopoguerra si sono succeduti fino ai tempi recenti, ovvero Piero Paciscopi, Italo Guerrini, Emilio Fantappiè, Romeo Martini, Ferdinando Bellini, Gino Coli, Alberto Franchi, i fratelli Vasco, Franco e Mario Cinelli, a tutti i dipendenti della Misericordia, alla Soprintendenza dei Monumenti di Firenze ed al personale della biblioteca del Comune di San Casciano, per avere reso possibile la consultazione di documenti dell’archivio storico.

E ancora al Gruppo Culturale “La Porticciola” di San Casciano per le numerose foto storiche gentilmente messe a disposizione, come pure a Franca Prosani per aver procurato foto di Graziano Ciani.